Chi dorme poco si ammala di più

A rischio anche la salute dell’orecchio

  • bimbo che dorme

Una notizia che farebbe dire alle madri di tutto il mondo “Te l’avevo detto”!

Nuovi studi scientifici, infatti, hanno confermato che una buona dose di sonno può prevenire raffreddori e altri tipi di infezioni.
Si è riscontrato che, solo nell’ultimo mese, le probabilità di aver preso un raffreddore sono state il 28% più alte per quelle persone che in media dormono cinque o meno ore al giorno, rispetto a quelle che dormono di più. Le persone con meno ore di sonno hanno anche riscontrato una probabilità maggiore dell’80% di aver contratto, nell’ultimo mese, altre infezioni come febbre, otiti e polmoniti.

“Le persone che in media dormono cinque o meno ore al giorno sono molto più a rischio per qualunque tipo di infezione rispetto a chi, in media, dorme dalle sette alle otto ore”, dice Aric Prather, professore di psicologia alla University of California, San Francisco.

Gli esperti non riescono a dire con sicurezza perché la mancanza di sonno aumenta la suscettibilità alle infezioni. Tuttavia, secondo Prather, è risaputo che le cellule-T, un tipo di globuli bianchi che combattono le infezioni, non funzionano in modo ugualmente efficace quando si è privati del sonno.

Questo nuovo studio è fondato su un vecchio progetto di Prather, in cui ha esposto varie persone al virus del raffreddore e ha scoperto che la quantità di sonno e le possibilità di prendere il raffreddore sono tra loro correlate. Nel suo studio attuale voleva verificare la veridicità delle sue affermazioni basandosi su dati reali, tuttavia si è reso conto che il suo studio non era stato progettato per ottenere una relazione causa-effetto.

Egli, infatti, ha utilizzato dati provenienti dai sondaggi della NHANES (U.S. National Health and Nutrition Examination) dagli anni 2005 a 2012. Ha esaminato i protocolli di più di 23.000 uomini e donne in età media di 46 anni. I volontari dello studio hanno riportato durata del sonno, eventuali problemi di insonnia e se hanno avuto raffreddore, febbre o otite nel mese precedente.

I risultati sono stati pubblicati l’11 Aprile nella rivista medica americana JAMA.

“Questa nuova ricerca conferma alcune scoperte degli studi precedenti,” dice Sheldon Cohen, professore di psicologia alla Carnegie Mellon University, Pittsburgh. Cohen si è occupato di malattie correlate alla mancanza di sonno in passato e dice:

“Sappiamo che sette ore è il punto di rottura e, dunque, chi dorme meno di sette ore al giorno è più a rischio”.

“Esaminando diversi studi si è giunti alla conclusione che il sonno ha un ruolo portante nella suscettibilità a infezioni come il raffreddore” dice Cohen. “Il sonno potrebbe essere correlato al corretto funzionamento del sistema immunitario, ma nulla è certo.”

Altri fattori come la mancanza di esercizio potrebbero confermare questa teoria, i dati suggeriscono che il sonno agisce positivamente sul sistema immunitario solo se ce n’è abbastanza, ovvero in media più di sette ore giornaliere.

“Tutti possono imparare a dormire meglio,” dice Prather. “Svegliarsi tutti i giorni alla stessa ora è il primo passo, assicuratevi di avere una camera da letto comoda, fresca e silenziosa e cercate di essere il più rilassati possibile prima di andare a dormire.”